Le origini - I Lupi delle Alpi-allevamento cane lupo cecoslovacco Enci/Fci

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le origini

La razza

Un po’ di storia.


È probabile che gli antenati dei carnivori attuali, di cui fa parte il lupo, appartenessero al gruppo dei Creodonti, un gruppo di Mammiferi carnivori sviluppatosi durante il Cretaceo superiore ed estintosi nel Miocene (da 26 a 5,2 milioni d'anni fa); tale gruppo si diffuse in tutto il mondo tranne che in America meridionale e Australia.
Invece, risale al Pleistocene (2 milioni d'anni fa ) una delle prime creature con le sembianze più simili al lupo: era il Canis Dirus, il nome scientifico della specie, vuol dire "cane terrificante". Visse in una vasta area che andava dal Canada al Venezuela settentrionale, fu quindi assieme al coyote una delle due specie di Canidi che si evolsero autonomamente nel continente americano, e non una delle numerose specie giunte in America dall'Eurasia come ad esempio l'affine , col quale si trovò a coesistere per oltre 100.000 anni.
I resti fossili ci indicano che si trattava di animali molto simili morfologicamente ai lupi, rispetto ai quali tuttavia erano considerevolmente più grandi (la lunghezza media di un esemplare, infatti, è stimata attorno al metro e mezzo, per un peso in vita che poteva sfiorare gli 80 kg)Le zampe di Canis dirus erano più corte e tozze rispetto a quelle degli attuali lupi grigi, inoltre la scatola cranica aveva dimensioni in proporzione assai più piccole.


La specie si diffuse rapidamente verso nord, spadroneggiando a tutte le latitudini per centinaia di migliaia di anni e non soffrendo l'arrivo di nuove specie di predatori.
Attorno ai 15.000 anni fa, in coincidenza con la fine dell'Era glaciale e l'arrivo dell'uomo sul continente americano, la specie cominciò a declinare numericamente, lentamente ma inesorabilmente: l'estinzione delle sue prede abituali, generalmente animali lenti e di grosse dimensioni, costrinse la specie a rivolgere la propria attenzione verso le nuove specie molto più agili e scattanti. Più lenta rispetto al lupo, la specie non riuscì ad adattarsi in tempo e perciò andò incontro all'estinzione circa 10.000 anni fa.


(riproduzione di Canis dirus al museo di Rancho La Brea, LA)

Il Lupo


Il lupo (Canis Lupus) è un mammifero placentato appartenente alla famiglia dei Canidi (carnivori simili ai cani). Tra i canidi il lupo è il più grande come dimensioni (lunghezza tra i 130 e i 160 cm ca.., altezza tra i 80 e gli 110 cm ca). Il peso del lupo varia geograficamente, raramente sono stati identificati, in Alaska e , alcuni esemplari dal peso superiore ai 77 kg..
Il colore del suo mantello varia dall’età, dalla zona e dalle stagioni, ha una colorazione varia che comprende colori dal marrone antracite al marrone chiaro; ma anche nero, beige, bianco o fulvo. La mascherina facciale di un lupo adulto si estende intorno alle labbra inferiori e superiori. La fronte è ampia, le mandibole particolarmente robuste, gli occhi sono chiari e dal taglio leggermente obliquo. Le orecchie hanno generalmente un’attaccatura più laterale e posizionate erette lungo il profilo della testa. Presenta una dentatura caratterizzata da canini affilati, lunghi e ricurvi verso l’interno.
Questo animale raggiunge al massimo i 10 anni di vita in libertà e i 17 in cattività.
Il branco
La funzione di ogni lupo è organizzata all'interno di un branco, con una struttura sociale fortemente gerarchica.
Il branco è guidato da due individui che stanno alla punta della piramide sociale, il maschio alfa e la femmina alfa (oltre alla coppia alfa, si possono trovare, specialmente nei branchi molto grandi, un lupo o dei lupi beta, un "secondo in comando" rispetto agli alfa). La coppia alfa (di cui solo uno dei due componenti può essere il "capo") possiede più libertà rispetto al resto del branco, possono scegliere cosa fare, dove andare, ecc.. Il resto del branco, che possiede un forte senso della collettività, solitamente li segue.
Anche se la maggior parte delle coppie alfa è monogama (si è osservato che se un esemplare Alfa muore, il compagno o la compagna spesso non forma una nuova coppia con un altro soggetto, ma rimane da solo a guidare il branco), ci possono essere alcune eccezioni, un individuo alfa può preferire l'accoppiamento con un lupo di importanza minore nella scala sociale.
La perdita di grado può essere immediata o graduale. Un lupo più vecchio può semplicemente scegliere di lasciare il proprio posto quando gli si presenta un pretendente motivato, evitando spargimenti di sangue o lotte. Dall'altro lato, però, l'individuo sfidato può scegliere la lotta, che può avere diversi gradi di intensità. In un branco normale, comunque, solo un lupo assume il ruolo di omega (vale a dire il più basso ruolo nella scala sociale del branco).
Tutti i lupi del branco assistono la crescita dei cuccioli ma, solitamente, solo la coppia alfa è in grado di portare alla maturità la cucciolata. I piccoli, quando diventano adulti, possono scegliere se rimanere all'interno del branco o disperdersi (scelta presa in considerazione più che altro dai maschi).
I branchi possono contenere dai 2 ai 20 lupi (sebbene un branco medio contenga circa 6 o 7 lupi) e la sua grandezza può cambiare con il passare del tempo secondo alcuni fattori, come l'habitat o la quantità di cibo disponibile.

Io sono il Lupo
la fame è la mia compagna
la solitudine la mia sicurezza.
Io giaccio di notte
freddo è il mio letto
il vento la mia coperta.
Io sono il silenzio
un’ombra nella foresta
impronte lungo il fiume.
La mia corsa è un lungo inseguimento
di scintille di fuoco
dalla pietra focaia della notte.
Io sono ucciso
ma mai distrutto
io sono il Lupo.
(Benny Lee Cames)

IL Cane Lupo Cecoslovacco


Nell'anno 1955 nella repubblica Cecoslovacca, ebbe inizio un esperimento biologico tra il pastore tedesco e il lupo, con lo scopo di migliorare la salute, la resistenza, la tenacia dei cani da lavoro presso la Guardia di confine di Libìjovice. Era di primaria importanza riuscire ad ottenere dei buoni ibridi predisposti all'addestramento e all'utilità, mentre l’aspetto fisico e la morfologia furono considerati poco importanti.

Nell'allevamento della Guardia di confine, venne portata dal sig. Hàjek una femmina di lupo (chiamata "Brita") di circa un anno. Per l'accoppiamento con la lupa vennero scelti due esemplari di Pastore tedesco, perfetti rappresentanti dello standard di questa razza. Il primo cane era docile, obbediente e perfettamente addestrato mentre il secondo, pur essendo addestrato portava un carattere più aggressivo e meno obbediente.

Al primo calore, avvenuto nel 1957, non si riuscì a portare a termine l'accoppiamento in quanto la lupa, davanti ai cani, si rifugiò nella cuccia del suo recinto. L'anno dopo, il 1958, si ebbe il secondo calore: la femmina cominciò a manifestare interesse verso il cane nel recinto affianco annusandolo e strusciandosi contro la rete metallica.

A questo punto venne introdotto il primo Pastore tedesco (quello docile) nel recinto della lupa, la quale lo aggredì subito al collo, riuscendo a strappargli un lembo di carne. Il giorno dopo venne introdotto il secondo Pastore Tedesco (quello aggressivo), ma il comportamento della femmina rimase uguale, con la differenza che questa volta il cane reagì prendendola per il collo e scrollandola. La femmina cambiò radicalmente atteggiamento, e così inizio il corteggiamento tra i due soggetti. L'accoppiamento avvenne a distanza di due giorni l'uno dall'altro, e proseguì per circa sei giorni.

Dopo il parto (avvenuto il 26 Maggio 1958), non si riuscì a vedere i cinque lupacchiotti per dieci giorni, a causa della forte aggressività della madre. Il 25° giorno cominciarono a guardare fuori dalla cuccia, il 29° uscirono per la prima volta, e all'arrivo dell'assistente reagirono fuggendo dentro la cuccia manifestando così la reazione istintiva a potenziali pericoli.

Questi ibridi (prima generazione) erano del tutto simili ai lupi sia fisicamente che come comportamento. Nella seconda generazione i cuccioli assomigliavano ancora al 70-75% al lupo, e molti soggetti non si riuscirono quasi ad addestrare. I caratteri comportamentali del cane si osservarono nelle generazioni seguenti. Da questa cucciolata alcuni esemplari furono accoppiati con Pastori Tedeschi non consanguinei.Solo gli ibridi di 4° generazione furono usati dall'esercito.
Nel 1965 venne sviluppato il progetto per una nuova razza.

IL RICONOSCIMENTO

Il primo Standard del Cane Lupo Cecoslovacco venne definito dall'ing. Karel Hartl nell'anno 1966, ma alcune associazioni rifiutarono la registrazione nel libro genealogico della razza in quanto il numero dei soggetti registrati era basso. Così fu anche per gli anni successivi, nonostante il numero di allevatori e degli esemplari fosse già di misura più ampia. Solo nel 1981 l'ente nazionale degli allevatori Cechi permise la registrazione della razza nel libro genealogico, e la fondazione di un Club.

Nel 1982 venne fondato il Club allevatori del Cane Lupo Cecoslovacco a Brno, con sede a Praga. L'assemblea costituente approvò così il nome della razza, stabilì i criteri dell'allevamento e della riproduzione; successivamente si aprì anche una filiale Slovacca del Club,che aveva a disposizione più soggetti provenienti dall'allevamento militare.
Poco dopo gli allevatori Slovacchi decisero di ignorare il programma di allevamento e tra gli anni 1982 e 1983 allevarono cani provenienti da un'unico progenitore: Rep Z Pohranicni Straze (dell'allevamento della Guardia di Confine).In 5 anni la maggior parte dei cani a disposizione erano troppo imparentati tra loro!
Gli allevatori Cechi,non avendo molti soggetti,furono aiutati da un nuovo accoppiamento tra il Pastore Tedesco Bojar Von Schottenhof e la lupa Lejdi (dello Zoo di Hluboka),avvenuto nell'allevamento di Libejovice.Da questa cucciolata fu scelto un cane : Kazan z Pohranicni Straze che fu utilizzato più volte a partire dal 1985.
Nel corso di 25 anni quattro lupi hanno partecipato allo sviluppo della razza:Brita,Argo,Sarik e Lejdy.

Dopo attente rivalutazioni e cambiamenti,la votazione finale dei paesi membri della F.C.I nel 13 giugno 1989 approvò lo standard del Cane Lupo Cecoslovacco a Helsinky. Venne pubblicato nel 28 aprile 1994 dal segretario della F.C.I., come appartenente al gruppo 1 con codice 332. Dopo 10 anni da questo riconoscimento ufficiale, c'è stata una nuova trattativa volta a confermare la sopravvivenza della razza e la sua corrispondenza ai criteri definiti dallo standard.


Il 6 Giugno 1999, il Cane Lupo Cecoslovacco è stato definitivamente riconosciuto, a livello ufficiale, dalla F.C.I.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu